Str. Sfântul Ștefan nr. 24, telefono: T. 0212104684

INTEGRAZIONE P.T.O.F.

 

VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA

 

Con deliberazione del Collegio Docenti dell’11.01.2020

 

La valutazione nella scuola primaria non può essere una semplice media aritmetica o una corrispondenza voto/giudizio, ma è necessario che tenga conto delle condizioni di partenza e dei progressi conseguiti dall’alunno, dei punti di forza e delle criticità rilevate nel suo percorso di apprendimento.

E’ importante, quindi, paragonarsi con quanto emanato: dalla Legge 13 ottobre 2020, n. 126 di conversione, con modificazioni, dal DL 14 agosto 2020, n. 104, dalla Nota Ministeriale N. 172 del 04.12.2020.

Vengono chiariti i criteri di valutazione che sono coerenti con l’idea di una scuola inclusiva che riesca a “promuovere” il pieno sviluppo della persona e il buon esito formativo di tutti gli alunni La valutazione, quindi, non sarà vista come un risultato ma come una verifica dell’intervento didattico. I docenti, pertanto, hanno nella valutazione lo strumento privilegiato che permette loro la continua e flessibile regolazione della progettazione educativo/didattica. La valutazione periodica e finale degli apprendimenti degli alunni delle singole classi è effettuata collegialmente da tutti i docenti del team, sulla base dei risultati emersi a seguito della somministrazione delle prove di verifica; ciò al fine di assicurare omogeneità e congruenza con gli standard di apprendimento che la scuola si prefigge di raggiungere. La valutazione periodica e annuale terrà conto, oltre che dei risultati delle singole prove, oggettive e non, anche dell’aspetto formativo nella scuola di base, senza fermarsi esclusivamente all’esito delle singole verifiche.

 

 

CRITERI DI VALUTAZIONE ADOTTATI

  • L’accertamento del possesso dei prerequisiti nelle diverse classi viene valutato con un giudizio sintetico.

  • La valutazione intermedia e finale degli apprendimenti è effettuata mediante l’attribuzione di giudizi sintetici, anche per l’insegnamento della religione cattolica e per il comportamento.

  • Il gruppo docente di classe decide l’ammissione alla classe successiva o al successivo grado d’istruzione all’unanimità e può promuovere l’alunno anche in presenza di carenze; in questo caso la scuola provvede ad inserire una specifica nota al riguardo nel documento individuale di valutazione, prevedendo piani di recupero.

  • La valutazione delle produzioni quotidiane, di esercitazioni in classe, di compiti a casa, etc., viene espressa dai docenti del team attraverso un giudizio di tipo descrittivo.

  • La rilevazione dei progressi nell’apprendimento e nello sviluppo personale e sociale dell’alunno disabile va rapportata al P.E.I. che costituisce il punto di riferimento per le attività educative a favore dell’alunno con disabilità. Inoltre la valutazione dovrà sempre essere considerata come valutazione di processi e non solo come valutazione di performance.

  • La valutazione degli alunni con difficoltà specifica di apprendimento (DSA) e le verifiche degli apprendimenti devono tenere conto delle specifiche situazioni soggettive di tali alunni.

  • Gli studenti con diagnosi di DSA hanno diritto a fruire di appositi provvedimenti dispensativi e compensativi di flessibilità didattica; ad essi sono garantite adeguate forme di verifica e di valutazione periodica e finale, che deve essere coerente con gli interventi pedagogico-didattici enunciati nel D.M. MIUR 07.2011, prot.n. 5669.

  • Il nostro Istituto adotta modalità valutative che consentono all’alunno con DSA di dimostrare effettivamente il livello di apprendimento raggiunto, mediante l’applicazione di misure che determinano le condizioni ottimali per l’espletamento della prestazione da valutare – relativamente ai tempi di effettuazione e alle modalità di strutturazione delle prove – riservando particolare attenzione alla padronanza dei contenuti disciplinari, a prescindere dagli aspetti legati all’abilità.

 

 

CRITERI PER LA VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE

 

 

Livello INIZIALE/non sufficiente

L’alunno ha conseguito limitati traguardi di competenza. Ha sviluppato un livello poco efficace di maturazione generale. Con adeguato supporto riesce ad organizzare in maniera semplice le conoscenze in situazioni facilitate. Si esprime con un linguaggio poco articolato. Il suo apporto personale nell’attività scolastica è frammentario. Va guidato ad organizzare le fasi di lavoro e ad applicare le conoscenze. Il suo apporto personale all’attività scolastica è discontinuo.

 

 

Livello BASE/sufficiente

L’alunno ha conseguito i traguardi di competenza in maniera essenziale. L’impegno non è continuo e il metodo di studio poco autonomo e interiorizzato. Ha sviluppato una conoscenza accettabile dei contenuti proposti, cogliendone l’essenzialità. Si esprime con un linguaggio semplice, a volte poco approfondito e necessita di interiorizzare maggiormente i concetti appresi per poter eseguire in autonomia procedimenti e abilità.

 

 

Livello INTERMEDIO/buono

L’alunno ha conseguito i traguardi di competenza con un buon livello di approfondimento; ha assimilato e collegato facilmente le informazioni. Ha organizzato e applicato le conoscenze in maniera corretta, esprimendosi in modo chiaro e coerente. E’ autonomo, interessato alla costruzione di un metodo di studio, lavora in modo corretto.

 

 

Livello AVANZATO/ottimo

Completa e sicura maturazione delle competenze prefissate. Ha organizzato e applicato le conoscenze, anche complesse, senza errori e con disinvoltura. Ha sviluppato conoscenze complete, ampie, con approfondimenti anche personali, ha assimilato e collegato tutti i contenuti in modo rapido ed efficace. Ha organizzato e applicato le conoscenze, anche complesse, senza errori, con facilità e creatività. Si esprime con sicurezza e proprietà di linguaggio e dimostra una notevole ricchezza lessicale. E’ autonomo. Ha elaborato un positivo metodo di studio e lavora in modo costruttivo e propositivo.

Documentazione

LOGO ALDO MORO

 

Doposcuola - in aggiornamento

Norme da seguire - in aggiornamento

Corsi di lingua Inglese - in aggiornamento

Torna su